INTERVISTA a Salvatore Infantino su “IL BROKER”: “Perché l’Esame IVASS per diventare Agente e Broker è così difficile?”


Rilanciamo l’intervista a Salvatore Infantino pubblicata oggi dal blog “Il Broker”

La redazione de Il Broker ha intervistato oggi Salvatore Infantino, autore del manuale “Intermediario Assicurativo e Riassicurativo” pubblicato da Edizioni Giuridiche Simone per la preparazione all’esame IVASS per l’iscrizione alle sez. A e B del RUI.

Infantino, noto influencer del settore assicurativo, è anche fondatore e presidente di Insurance Lab, società di formazione leader nei Corsi di Preparazione all’Esame IVASS per Agente e Broker di Assicurazione.

Abbiamo posto a Salvatore Infantino alcune domande sul perché l’esame è così selettivo e il tasso di promossi, in determinati anni, ha toccato minimi addirittura del 4%.

Student working on homework in classroom

REDAZIONE: Perché l’IVASS ha reso questo esame così rigoroso?

INFANTINO: L’IVASS ha ribadito, in più sedi, che si tratta di una patente di abilitazione all’esercizio di una professione delicata e pertanto non intende banalizzare l’esame, piuttosto intende mantenere un focus sulla conoscenza della normativa di settore, soprattutto quella a tutela dell’assicurato.

REDAZIONE: Quali sono le difficoltà che gli iscritti all’esame evidenziano?

INFANTINO: Direi anzitutto la tipologia della prova: L’esame oggi consiste in un test a risposta multipla di 50 domande con 3 possibili risposte. Un tipo di prova apparentemente semplice. La complicazione sta nel tempo a disposizione ridotto (c’è solo 1 minuto e mezzo per rispondere ad ogni domanda) e nella penalizzazione applicata in caso di risposta errata (-0,5 punti).

A differenza del tema scritto o della prova orale, questo tipo di prova ha il vantaggio di essere obiettiva e trasparente, ma dall’altro lato crea non pochi problemi ai candidati.

Gli italiani infatti, sin da piccoli, sono abituati ad essere valutati a scuola con interrogazioni orali o compiti scritti e non attraverso test (come invece accade per gli inglesi e gli americani). È quindi un tipo di prova cui non siamo abituati. Per molti spesso si tratta del primo test a risposta multipla nella loro vita (dopo i quiz per la patente).

Non si conoscono le strategie per gestire il tempo ridotto, la penalità in caso di risposta errata, i trabocchetti dietro l’elaborazione delle domande e come gestire lo stress psicologico da concorsone pubblico con oltre 5.000 candidati.

Per questo motivo tutti i miei corsi si completano con una simulazione in aula della prova scritta, durante la quale spieghiamo anche le strategie e le tattiche per gestire tempo e domande. L’approccio durante il corso è inoltre molto pratico e focalizzato sui quiz.

REDAZIONE: L’IVASS chiede ai candidati di conoscere dal diritto alla tecnica assicurativa fino ad arrivare alla disciplina del Codice del Consumo e dell’Antiriciclaggio. Un programma d’esame molto vasto, non crede?

INFANTINO: Sì, l’enorme programma è la criticità principale di questo esame. Pensi che l’ultima edizione del mio libro è arrivata a 900 pagine ed è solo una sintesi del programma di studio. Ogni anno l’IVASS emana almeno 3 – 4 nuovi regolamenti che entrano sistematicamente a far parte del programma di studio che diventa quindi sempre più vasto. Ad esempio lo scorso anno è stata introdotta la direttiva Solvency II che quest’anno sarà sicuramente parte del programma d’esame.

product_thumbnail-phpPer supportare e facilitare lo studio di coloro che ci seguono ho pubblicato insieme all’avv. Silvia Zuanon (autore del blog www.studiarediritto.it) un compendio illustrato: il Compendio di Diritto e Tecnica Assicurativa. Si tratta di un libro che riassume e schematizza i capitoli più importanti del mio manuale “Intermediario Assicurativo e Riassicurativo”. Il compendio è stato pensato per migliorare lo studio in termini di rapidità ed efficacia. Lo scopo del volume è quello di illustrare in modo semplice e intuitivo i concetti principali della disciplina assicurativa oggetto dell’esame scritto. L’uso di illustrazioni, di schemi, di una grafica accattivante e l’esposizione sintetica facilitano la memorizzazione e il ripasso di questo lungo programma d’esame.

REDAZIONE: Ci si lamenta poi che l’esame verte più sul Diritto che sulla Tecnica Assicurativa?

INFANTINO: Si, questo dipende molto dalla composizione della commissione d’esame costituita da dirigenti e funzionari dell’IVASS e da un professore di Diritto Privato o Commerciale o di diritto delle Assicurazioni che rappresenta l’unico membro esterno. La commissione è quindi costituita da teorici/accademici e non da professionisti operativi del settore. Le domande che elaborano sono quindi di riflesso soprattutto sulla normativa. Ricordiamoci che lo stesso Codice delle Assicurazioni e i Regolamenti ISVAP/IVASS sono scritti dai dirigenti dell’IVASS.

L’esame dunque verte molto sulla normativa e sul diritto e le domande del test sono formulate con un linguaggio giuridico che è un linguaggio ben diverso da quello comune e spesso difficilmente comprensibile da chi non ha studiato diritto. La difficoltà quindi sta anche nella comprensione delle domande prima ancora che nell’individuazione della risposta esatta.

Inoltre per rendere più difficili i test a risposta multipla molto spesso si formulano domande su dettagli o pieghe della normativa.

In tal senso ho voluto che nel mio corpo docente ci fosse anzitutto una docente universitaria di diritto civile affiancata da 3 specialisti per materia (RC Auto, Vita e Previdenza, Danni). È necessario infatti uno studio approfondito. Uno studio per sommi capi purtroppo non è sufficiente per un esame impostato in questo modo.

Ringraziamo molto il Dr. Salvatore Infantino per il tempo dedicatoci.

Per leggere l’articolo su Il Broker potete cliccare qui.

One thought on “INTERVISTA a Salvatore Infantino su “IL BROKER”: “Perché l’Esame IVASS per diventare Agente e Broker è così difficile?”

  1. Grazie a lei ,(al suo libro che è molto chiaro ) ho passato l’esame nel 2014 ed oggi sono fiero ed orgoglioso di essere diventato un Agente Generale, un consiglio per i nuovi candidati, fate i riassunti e ristudiateli, senza accorgervi avrete immagazzinato molte più di quel che credete, almeno per me è stato così, purché quando lo fate pensate soloba quello che state facendo, è difficile ma è stato l’unico modo per me è ve lo dice uno che studiava dalle 24 alle 3 di notte, di giorni il lavoro è la sera i figli piccoli che aspettavano, quindi mi sono ritagliato il mio tempo, però alla fine la soddisfazione di avercela fatta è enorme.

Lascia un tuo commento (ti preghiamo di inserire nome e cognome altrimenti non potremo approvarlo)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...